Il giudice e i fannulloni

Renato Brunetta afferma che i dipendenti pubblici si vergognano di dire ai figli il lavoro che fanno. Se è vero allora anche lui, che è lo “statale” numero 1, deve essere il primo a vergognarsi.

Ma perché un lavoratore pubblico dovrebbe vergognarsi del proprio lavoro? Perché, secondo il Brunetta-pensiero, tutti i dipendenti pubblici sono fannulloni imboscati che rubano lo stipendio.

Ma se dobbiamo ragionare per miseri luoghi comuni e facili generalizzazioni, allora tutti i professionisti e tutti gli imprenditori evadono le tasse e sono criminali imputabili di frode fiscale.

Proprio in questi giorni cade il decimo anniversario della morte di Fabrizio De André, impareggiabile cantatutore e poeta dei nostri tempi. A me sono venute in mente le canzoni Un giudice e Il fannullone.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.