I piedi sulle panchine o la stagnazione economica?

Quali sono i le emergenze in Italia? La corruzione e le mafie? Gli stipendi e le pensioni con sempre meno potere d’acquisto? La crescita economica azzerata? La precarietà ormai cronica? La sicurezza nei luoghi di lavoro? La mancanza di un piano energetico e industriale nazionale?

No, niente di tutto questo. I veri problemi che ci assillano e ci rendono più poveri e angosciati sono ben altri. Le piaghe del paese sono i piedi sulle panchine e i tagliaerba rumorosi.

A leggere le ordinanze creative dei sindaci italiani sembra davvero che le emergenze del paese siano rappresentate da robe del genere. Il governo si è battuto perché i primi cittadini avessero le armi per debellare le grandi piaghe che si affliggono. Non sto a fare la lista dei divieti che gli sceriffi nostrani stanno facendo a gara a promulgare, sull’onda della ricerca di notorietà e consenso e degli incitamenti di questo governo di destra che secondo Famiglia cristiana favorisce un ritorno al fascismo. Ce n’è per tutti i gusti. A far rispettare i divieti più strambi ci saranno le forze di polizia, coadiuvate dai militari dell’esercito e dai vigili urbani adeguatamente armati. Che bell’estate.

Intanto, in Spagna il primo ministro Zapatero ha convocato un consiglio dei ministri straordinario per varare misure per far fronte al rallentamento dell’economia spagnola. Alla vigilia di ferragosto. E non hanno parlato né di lavavetri aggressivi, né di panchine occupate, né di zoccoli rumorosi.

Qui di sotto inserisco una foto che ho preso nel parco botanico di Sydney, Australia. Il cartello riporta frasi libertine e indecenti che mai si potrebbero trovare in un’aiuola italica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.